Per noi, che siamo esperti di ricorrenze

da | 11 Set 2020 | 11 settembre, narrazione, ricorrenze | 0 commenti

 

Quella di oggi è una data che non ha bisogno di presentazioni.

E come l’11 settembre sono diverse le ricorrenze che fanno scandire il nostro calendario (cartaceo, digitale, o mentale). Anche in relazione alla pandemia di covid-19 è stata avvallata la proposta di istituire una giornata in memoria di ciò che è accaduto, e sta accadendo.

Il bisogno di ricordare, di intessere la narrazione di una cultura con dei punti di riferimento collettivi, è vecchio come la storia dell’uomo stesso. Le morti, le vittorie in battaglia, le carestie e le pestilenze, le conquiste, sono accadimenti che gli esseri umani hanno imparato a richiamare alla memoria attraverso riti e ricorrenze.

L’atto di tramandare cultura è ciò che permette alla cultura stessa di sopravvivere ed evolversi, tra le generazioni, attraverso racconti, aneddoti, reliquie e rituali, ieri così come oggi.

Questi processi sono così profondamente radicati dentro le nostre vite che anche il processo psicoterapeutico può bene essere descritto come un processo di messa in condivisione di storie, simboli e significati e di rinazzazione degli stessi, dandogli nuova forma, in modo più funzionale per il benessere della persona.

Le ricorrenze (quelle facenti parte della propria storia personale, familiare o culturale) che costellano le nostre esistenze e quotidianità hanno quindi l’imprescindibile valore di permetterci dei piccoli “giri di boa”, intorno ai medesimi fatti, episodi, esperienze e nel farlo ci permettono di guardarci anno dopo anno -o comunque col passare del tempo- con occhi nuovi, prendendo consapevolezza di ciò che cambia e di ciò che dovrebbe (e potrebbe) cambiare nella nostra narrazione o nel modo stesso di viverle.

E tu, quali sono le ricorrenze attraverso cui ti prendi del tempo per “ricorrere” parte della tua storia? Se non ci sono, sarebbe utile individuarle ed utilizzarle.

 

Dott.ssa Francesca Turco.

Pagina Facebook: Francesca Turco – Psicologa e Mediatrice

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *