Cosa c’entra Halloween con la psicologia?

da | 29 Ott 2020 | Halloween, ricorrenze, rituali di passaggio | 0 commenti

 

c’è di più oltre il “dolcetto e scherzetto”

Che piaccia o no, ormai Halloween è entrato a fare parte della nostra cultura. Si tratta di una tradizione celtica importata negli USA e quindi ritornata in Europa sotto una veste più commerciale e giocosa.

Nelle sue origini (leggendarie direi) la storia di questa ricorrenza ha a che fare con l’esorcismo delle paure e la difesa dei propri affetti dall’ignoto, con l’alternarsi delle stagioni (nel corso dell’anno, ma anche della vita degli individui) e con la ritualità di passaggio. Per questo ha a che fare con la psicologia.

Nella nostra cultura, in epoche differenti, possiamo riconoscere diversi rituali di passaggio che hanno segnato il confine (convenzionale) tra un’età e l’altra: rituali di sacrificio, rituali di bellezza, rituali di menomazione fisica, rituali interattivi (pensiamo al matrimonio stesso), rituali religiosi. Potrei continuare. Questi riti hanno un valore importante (a prescindere dalla “credenza”, sono reali negli effetti che producono) perché scandiscono la narrazione delle nostre vite, rendendole parte di una coralità più ampia, intrisa di cultura e socializzazione.

Halloween è un esempio di ritualità di passaggio che non riguarda direttamente (ma indirettamente si) le singole biografie, bensì la ciclicità economica delle culture rurale e lo scandire delle stagioni. Non ci vedete attinenza con il “nostro” calendario? Pensate a Natale, Pasqua, ferragosto, il primo maggio ecc. Quanto queste date, soprattutto le festività, incidono sul nostro umore e benessere (in positivo o negativo)? Queste ricorrenze arrivano a scandire l’esigenza stessa di rivolgersi ad uno psicologo, con picchi di richieste prima delle ferie estive o di Natale.

Conoscere l’impatto che questa ciclicità ha nelle nostre vite è un interessante punto di partenza per riconoscere se ci siano dei particolari periodi in cui si fa maggiore difficoltà, che impattano maggiormente sul proprio benessere.

…si, c’è molto altro dietro al dolcetto e scherzetto!

 

Dott.ssa Francesca Turco.

Pagina Facebook: Francesca Turco – Psicologa e Mediatrice

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *